Sui Simo

MTB in Montagnola: impariamo da piccoli!

La Montagnola è di tutti! Oltre ad essere l’unico parco pubblico del centro storico, è anche il parco che sormonta la nostra velostazione Dynamo. Quale posto migliore per far scorazzare i nostri piccoli? E lo sappiamo che la bici più divertente è la mountain bike!

Per questo – insieme a MTB Adventure Team Bologna- organizziamo un corso intensivo di Mountain Bike per adolescenti tra i 12 e i 16 anni: 5 incontri per imparare ad affinare la tecnica di guida della mountain bike sopra e sotto il Parco della Montagnola per chi vuole iniziare a scoprire il mondo dei sentieri e della libertà in bici, in tutta sicurezza.

La bicicletta è messa a disposizione durante il corso.
Tutti i lunedì e venerdì dal 17 settembre all’1 ottobre dalle 17.30 alle 19.30 dai 12 ai 16 anni
GRATUITO CON ISCRIZIONE OBBLIGATORIA e TESSERAMENTO ASSOCIATIVO (10 Euro annui)

COSA FAREMO:
– Come misurare e valutare il corretto posizionamento in sella
– Le regolazioni e il giusto assetto della Mountainbike
– Come affrontare i percorsi imprevisti
– Pratica su un percorso artificiale allestito per l’occasione, dove verranno ricreate tutte le situazioni riscontrabili lungo i naturali sentieri di montagna, (permetterà ai partecipanti di prendere confidenza con la corretta gestualità necessaria al superamento degli ostacoli) sempre seguiti dallo Staff del Centro Nazionale che in ogni momento sarà pronto ad intervenire per correggere eventuali errori.

Per iscrizione e informazioni scrivi a [email protected]
A cura di Dynamo Velostazione e MTB Adventure Bologna Team

PIEGHEVOLE CRIT! La Montagnola diventa un Velodromo!

Insieme a Ciclista Urbano e SunRise Bike Ride il Parco della Montagnola rivivrà la sua funzione storica di Velodromo con una gara riservata alle bici pieghevoli con ruota 16” E 20”! Se ti piace la bici pieghevole e vuoi dimostrare che non ha nulla da invidiare alle altre bici in termine di agilità e velocità, questo evento è per te!

Come alla sua inaugurazione del 1888, l’anello del Parco sarà la pista dove sfogare in allegria la fotta di pedalare tra bici che non vedrete mai al Giro d’Italia ma caricate sui treni, nei bagagliai delle auto e soprattutto in strada, agili e essenziali!
Che tu abbia una Brompton, una Graziella o una pieghevole Decathlon, al Trofeo della Montagnola sono tutti ammessi, per pedalare, divertirsi e convidere una serata insieme.

Premio:
– 1° classicato per tempo
– 1° classificato per pieghevole più antica
– 1* classificato per stile nel dresscode
– SPECIAL PREMIO Ultimo classificato

Programma : DALLE ORE 20.00

Iscrizioni: ritrovo al Parco della Montagnola ingresso della Scalinata Monumentale con cargo-bike birra e gadget
– ore 20.30 Inizio competizione
– Ore 21.30 Fine della competizione
– Ore 22.00 Proclamazione dei vincitori con sfilata dei partecipanti a Dynamo Velostazione
– ore 22.30 Festa a Dynamo

Quota di partecipazione: 10 Euro
ISCRITIVI A PARTECIPARE! COMPILA IL MODULO!

LEGGI IL REGOLAMENTO

Organizzatori: Velostazione Dynamo Bologna#salvaiciclisti BolognaCiclista Urbano.
Nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità

VIENI A VOTARE IL NUOVO DIRETTIVO!

Convocazione per i soci

ASSEMBLEA ELEZIONE NUOVO DIRETTIVO

Venerdì 5 Ottobre 2018 Ore 20:00
Dynamo – Via Indipendenza 71/z

Vieni a votare il nuovo direttivo per garantire democrazia e partecipazione alla tua associazione!
Se vuoi candidarti a far parte del direttivo, scrivi una mail di presentazione  con oggetto “candidatura direttivo” a [email protected]

All’ordine del giorno:
– 
Elezioni membri del nuovo direttivo
– Varie ed eventuali

Ci vediamo venerdì alle 20 per un’assemblea veloce ed poi festa per il Closing Party di Dynamo!
Non sarai presente alle votazioni ma vuoi votare?
 Leggi le candidature e scegli cinque persone di tua fiducia. 
CANDIDATURE
Alice Fanti
Chi non è nuovo saprà che faccio parte dell’attuale Direttivo, quello in corso è stato il mio primo mandato. Ho deciso di ricandidarmi, nonostante la fatica e la stanchezza che penso ci accomunino un po’ tutt* in questo periodo, soprattutto a causa del momento politico e sociale che viviamo sia a livello locale che nazionale. E lo faccio perché ho ancora voglia di mettere il mio tempo a disposizione delle nostra causa, quella fatta di “bici, passione, evoluzione”. In questi due anni, SIC mi ha impegnato molto, mi ha dato grandi soddisfazioni, fatto arrabbiare e anche ispirato (se due anni fa mi avessero detto che avrei fatto una vacanza in bici di 21 giorni penso che avrei chiamato i carabinieri). Le qualità che penso di poter mettere in campo per l’associazione sono una discreta capacità di mediazione, una buona dose di pignoleria e precisione e un’abilità innata nel redigere verbali. Mi auguro davvero che a questa mia candidatura ne seguiranno tante altre, Salvaiciclisti, un po’ come tutte le realtà associative, ha tanto bisogno di entusiasmo, pazienza e di facce nuove, giovani o meno.

Ivana Monaco

Sono Ivana, 44 anni, catanese, vivo a Bologna da ormai 16 anni e sono una bighellona imprigionata nel corpo di un’informatica.
Approccio la bici 3 mesi dopo il mio arrivo sotto le torri e non me ne separo più.
Nel 2007 rottamo l’auto e da quel momento inizia la mia fede per i mezzi a propulsione umana.
Sogno una città letteralmente fagocitata dalle bici e da mezzi a impatto ambientale pari a 0.
Sogno aria pulita e spazi urbani condivisi da tutti e non colonizzati prevalentemente da auto e mezzi inquinanti.
Sogno una politica più sensibile e attenta alla promozione della mobilità leggera nell’interesse (e per la salute) di tutti.

Katia Salvatore

Mi chiamo Katia, ho trentasette anni, sono vegetariana da quando ne avevo diciassette e mi piace andare in bicicletta.
Perché mi candido alle elezioni per il rinnovo del Direttivo SIC Bologna? Perché sarei contenta di poter contribuire attivamente alla causa dell’associazione.
Credo che oggi più che mai serva una ventata di aria nuova in città, ma forse sarebbe meglio dire di aria pulita! Qualche giorno fa sono andata a Villa Ghigi a mangiare qualche mela dagli alberi e sono rimasta sbalordita dal belvedere, Bologna la rossa vista dall’alto è sempre emozionante. Peccato per quella coltre di smog grigiolino che la sovrasta.
Sarebbe bello far rifiorire questa città riportandola a quello che è stato, un insediamento umano con spazi verdi e condivisi in cui poter respirare a pieni polmoni.
Noi ciclisti salveremo il mondo?
Io un po’ ci credo … finché c’è biga c’è speranza!